ott
29
Posted on 29-10-2007 at position 28.126574872219333 -15.424922704696655
Filed Under (Logbook) by saro

La lunga sosta a Lisbona è terminata. Talina è nuovamente in navigazione. Rotta Sud Ovest, in pieno Oceano.
Abbiamo alle spalle oltre 2000 miglia di mari “freddi” e adesso, finalmente, cominciamo a godere di un sole via via sempre più caldo.
Le previsioni danno poco vento da Nord quindi a nostro favore.
Due giorni a vela e poi… a motore per altri tre interminabili giorni. Una media di oltre 150 miglia giornaliere.
La canna da traino di Renato ci regala una forte emozione: img_0829.JPG la cattura di un pesce particolarmente grosso che ci fa lavorare, a turno, per molte ore. Risultato (deludente per chi come me pregustava tanti manicaretti a base di tonno…): nientemeno che un “piccolo” squalo bianco! Solo 1,2 mt ma una mandibola sufficiente per staccare un braccio in caso di un movimento maldestro.
Siamo riusciti a liberarlo (dopo le foto di rito) senza alcun danno per lui e …per noi. Ci resta una bella esperienza difficilmente dimenticabile.
Lungo la nostra rotta verso le Canarie notiamo, ingrandendo le precisissime carte nautiche digitali, duedsc02621.JPG “puntini” che scopriamo essere isolette . Una sorta di forte calamita scatta in tutti noi e le puntiamo con decisione. I nomi sono quanto mai azzeccati: “Ilha Selvagem Grande e “Selvagem Pequena”!
Già pregustavamo delle belle pescatine quando leggendo il portolano scopriamo che da qualche anno sono diventate parco naturale protetto, sia terrestre che marino. Leggiamo che sul posto c’è un presidio permanente di due guardie. Ci vorrebbe anche un permesso per l’attracco ma noi decidiamo di “fare i portoghesi” in casa loro!
L’accoglienza delle guardie è amichevole e accettano i nostri “doni” di rito (spaghetti e vino italiano) ricambiandoli con un caffè preparato alla portoghese che poi è anche all’italiana.
Ci danno il permesso di pernottare in rada e di fare il bagno. Molto eccitante il mondo che ci si apre sott’acqua: pesci incredibili, soprattutto ricciole, anche di buona taglia, che lungi dall’essere spaventate dalla nostra presenza ci vengono incontro curiosissime. A terra pare vi sia una specie di santuario per una specie di uccello dal petto bianco.
Il giorno dopo lasciato questo paradiso sperduto e, ricomparso il vento, puntiamo decisamente verso Gran Canaria che dista un centinaio di miglia..
Talina, con il vento forte di poppa, ci ha regalato delle lunghe surfate ad oltre 10 nodi cavalcando magnificamente le onde dell’Oceano che, spinte dal vento, diventavano imponenti: uno spettacolo!

(16) Comments    Read More   

Comments

carlotta on 30 ottobre, 2007 at 18:29 #

ciao Saro e ciao a tutto l’equipaggio di Talina!So che presto vi raggiungerà la zia Maria….trattamela bene mi raccomando! In bocca al lupo per il vostro meraviglioso giro del mondo!
carlotta


gualtiero on 31 ottobre, 2007 at 15:15 #

Come al solito l’abilità “Peschereccia” di Renato si fa valere.
Vai!!!! Stampa che sei il migliore.
Complimenti naturalmente a tutto l’equipaggio.
Tantissimi saluti e buon vento a tutti.


gualtiero on 31 ottobre, 2007 at 15:23 #

Vedo anche con piacere dalle ultime foto, che gli abbigliamenti sono meno “imbaccuccati”, e che quindi il tempo sta migliorando rispetto alla partenza.
Di nuovo buon vento e teneteci più aggiornati che potete, così almeno virtualmente viaggio anch’io con voi.
Ciao a tutti. Gualtiero


mastropedro on 1 novembre, 2007 at 21:14 #

Ciao Saro, fa piacere leggere le vostre righe…sapere che un sogno si è avverato. C’è stata Cialoma qui a palermo e ti ho pensato, poi Enzo mi ha detto del sito ed eccomi a scriverti, spero di farlo spesso. Buno vento. Ale


vale on 6 novembre, 2007 at 12:15 #

Ciao! Lo squalo è inquietante… e l’avventura di “disamarlo” per niente male vedendo i dentini della bestiola… Ma adesso dove siete e cosa fate? New foto e reportage missing !!!!!!!!!!


iz3cyw on 7 novembre, 2007 at 18:48 #

Ciao Saro, avete sistemato la stazione radio ? possiamo fare qualche prova di collegamento ?
Ciao
Maurizio – Chioggia


Carlo on 7 novembre, 2007 at 23:54 #

Hola Saro,
ho appena parlato con Bianca e Maria. So che saranno con te gia sabato. Vi auguro mucha suerte.

Ho seguito tutto il viaggio vostro dalla Finlandia. E chiaro lo faro’ sempre.

Un saluto dal Messico

Ciao


Amedeo on 9 novembre, 2007 at 11:28 #

Divertiti, ti saluto Amedeo


mariella.circo on 11 novembre, 2007 at 17:39 #

carissimo, buon viaggio e sono sempre con te perchè sei sempre il mio idolo (dopo papà s’intende!): quando sto male penso alle grandi distese, alle albe e ai tramonti! ti invidio con grande affetto: viaggia per me….raffaele
bacioni mariella


trozza on 12 novembre, 2007 at 19:51 #

Ciao a Tutto l’equipaggio da Danilo del Morgana in Roma non sò se è già a bordo Massimo di Chioggia, anche a me farà piacere accompagnarVi via radio fino a quando ci si sentirà… non potendo essere a bordo di quella meravigliosa barca Suerte! e BV a Tutti


sisteranna on 14 novembre, 2007 at 20:24 #

ciao a tutti,
son la sorella di massimo che dovrebbe , spero, essersi imbarcato in talina per condividere questa meravigliosa avventura, mi auguro di potervi seguire tramite il blog e piano piano conoscervi efarmi conoscere intanto auguro a tutto l’equipaggio buon vento

ciao max
anna


Carlo on 16 novembre, 2007 at 04:25 #

Poesia per la traversata:

Al largo, si guarda il cielo e il mare
Poi il mare e il cielo
Si guarda un uccello, a lungo, a lungo
Poi un altro uccello
O una nuvola
Un’ altra nuvola
L’orizzonte verso il quale si corre
L’orizzonte che si spinge sempre piu’ lontano
Al di la’ dell’orizzonte
L’orizzonte che non si raggiunge mai
Al largo, il rumore degli uomini non arriva piu’.
La vita in mare e’ un susseguirsi di riti. Ogni giorno una cerimonia alla vita, alla semplicita’.
A mano a mano che la traversata scorre, mi sento sempre piu’ sensibile. Non provo nessun sentimento di solitudine, ma al contrario, di pienezza.
Tutti i legami che mi tengono ancora attaccato alla vita e al mondo degli uomini mi sembrano ogni giorno piu’ fragili, e tuttavia ogni giorno mi sento piu’ vero, piu’ uomo.
A terra mi sento ateo, continuamente a confronto con la morte.
In mare ho una fede profonda ed essenziale e credo alla vita.

Un abrazo a todos de Mexico!!!


marta_circo on 18 novembre, 2007 at 00:01 #

Ciao Saro, Bianca, Maria e tutti i membri di Talina.
Mandero’ i miei messaggi attraverso la rete, e magari con un po’ di ottimismo anche in una bottigliacon tappo da far navigare tra le onde del “mio” oceano….magari vi arrivano!
Un abbraccio grande.
Sono orgogliosa di voi e sono felice per questo meraviglioso viaggio in mezzo alle onde del mare.
Io dalle onde di questo mare posso finalmente sentirmi libera e felice come non mai. Adoro questo posto e sembra fatto apposta per me.
Come immagino sia anche per voi, la riscoperta piu’ importante e’ il valore del tempo e la liberta’ di poterne essere padroni e non piu’ succubi.
TIME IS WHAT YOU MAKE OF IT! O NO?!!!
:-) love Marta
P.S. Toda joia, toda beleza!


marta_circo on 18 novembre, 2007 at 00:03 #

ah! dimenticavo! Stiamo facendo la pasta in casa! Grazie mamma! Proprio un gran bel regalo! :-)


carlotto on 18 novembre, 2007 at 14:19 #

Vedo dalla mappa che vi siete spostati. Attendo impaziente nuove narrazioni.


gino on 20 novembre, 2007 at 15:08 #

Ciao a tutti,sono gino , nuovo membro del Talina
mi sto preparando… Venerdi’ sera saro’ da voi.
Un saluto a tutti ed a presto
Gino


Post a Comment

You must be logged in to post a comment.